Regione Piemonte

Chivasso - Stazione Porta del Canavese e del Monferrato al tavolo del Ministero dei Trasporti

Pubblicato il 12 aprile 2018 • Comune

Ieri a Roma l’Amministrazione Comunale ed i Sindaci del chivassese al Tavolo con RFI
Chivasso - Stazione Porta del Canavese e del Monferrato al tavolo del Ministero dei Trasporti
Va avanti il progetto proposto da Identità Comune

Incontro istituzionale, mercoledì 11 aprile a Roma, per verificare l'ipotesi di realizzazione del progetto Stazione Porta Canavese e del Monferrato.

Il vice ministro Riccardo Nencini, che lo scorso gennaio aveva partecipato, a Chivasso, ad un convegno dedicato organizzato dalle Associazione chivassesi “Identità Comune” e “Sempre avanti”, ha ricevuto al Ministero per i Trasporti ed Infrastrutture gli amministratori rappresentanti del territorio: il sindaco di Chivasso, Claudio Castello, e l'Assessore ai Lavori Pubblici, Domenico Barengo, Sergio Ricca, sindaco di Bollengo e portavoce dei Comuni del Canavese e dell'Eporediese, Paolo Cugini, vice portavoce per la Zona Omogena 10, Andrea Gavazza, in rappresentanza dell’Assessore regionale Giovanna Pentenero, Marco Marocco vice sindaco di Città Metropolitana Torino, Francesco Balocco Assessore ai Trasporti della Regione Piemonte, gli onorevoli di riferimento del territorio - Davide Gariglio e Francesca Bonomo per il PD, Carlo Giacometto per Forza Italia –, l'ingegner Christian Colaneri per RFI e Thomas Carini, segretario dell'associazione culturale Identità Comune, che ha proposto il progetto.

“Sono molto contento di constatare che le forze messe in campo per verificare la fattibilità del progetto siano davvero numerose – ha commentato il sindaco Castello al termine dell'incontro nelle sedi romane -. Ora, attraverso gli enti preposti, la Regione Piemonte farà un'analisi costi-benefici del progetto, mentre un tavolo tecnico verificherà i numeri relativi al bacino di utenza, i possibili flussi turistici ed il flusso sostenibile”.

Saranno poi le imprese di trasporto Italo e Trenitalia che analizzeranno i dati e valuteranno se ci siano effettivamente le condizioni, attuare il progetto e modificare l’offerta di mercato sulla linea Torino-Milano. “Credo sia anche importante capire se la linea ad Alta Velocità, che oggi ha ancora margini di sviluppo, possa essere impiegata per altre iniziative – ha auspicato il sindaco Castello”.

“Obiettivo principale dell'incontro era quello di iniziare il percorso che, qualora vi siano le condizioni, porterà alla realizzazione della Stazione Porta Canavese – ha aggiunto l'assessore Barengo -. Era importante predisporre un piano che potrà essere seguito anche dal prossimo Governo. I tempi sono molto stretti, ma speriamo che l'analisi venga avviata rapidamente, perché proprio lo studio costi-benefici è al centro di questa fase propedeutica. Certo, sarebbe importante anche verificare la possibilità di decongestionare la linea storica, deviando alcuni passaggi sull'Alta Velocità, anche se sappiamo che non è semplice per questioni tecniche legate al diverso tipo di treni che transitano sull'una e sull'altra linea”.
 

Pubblicato il 12 aprile 2018
Servizio Informazione
47/2NV