Regione Piemonte

I principali provvedimenti adottati nelle scorse settimane dall’Amministrazione del Sindaco Castello

Pubblicato il 14 novembre 2017 • Politica Piazza Dalla Chiesa Generale Carlo Alberto, 5, 10034 Chivasso TO, Italia

I principali provvedimenti adottati nelle scorse settimane 
dall’Amministrazione del Sindaco Castello

Chivasso, Città No Slot

Arriva il via libera a una serie di iniziative promosse nell’ambito del progetto: “Città No Slot”. Per combattere la ludopatia e la diffusione del gioco, l’Amministrazione ha promosso una serie di eventi culturali che servono a sensibilizzare sulla lotta a questo tipo di dipendenza.

A tal fine, sono stati finanziati i progetti: “Campo dei Miracoli” del Teatro a Canone; “Gioco scaccia gioco” dell’Asd Scacchistica Chivassese e “A che gioco giochiamo?” della Soc.Coop. Animazione Valdocco.

Due concerti per Natale

Saranno due gli eventi musicali targati associazione Contatto che si svolgeranno in occasione delle festività natalizie. La giunta ha deliberato il suo finanziamento a favore dell’associazione per allestire giovedì 7 dicembre alle 21, presso la Chiesa Confraternitale di Santa Maria degli Angeli, l’esibizione dell’Accademia del Ricercare e nella serata di sabato 16 dicembre alle 21 presso il Duomo, la performance del “Coro dell’Istituto Musicale Comunale Leone Sinigaglia”.

 

Un Liceo musicale al Newton

Nella seduta del 9 novembre scorso, l’Amministrazione guidata dal sindaco Claudio Castello ha deciso di ribadire la volontà di istituire un percorso di liceo musicale all’interno dell’offerta formativa del liceo Newton.

Una presa di posizione che replica la volontà già espressa dal consiglio comunale e che è stata trasmessa al dirigente scolastico e alla Città Metropolitana.

Nuove regole per l’accesso al dormitorio pubblico

La Giunta ha dato il via libera al Disciplinare per l’accesso e l’utilizzo del dormitorio pubblico di via Nino Costa.

Al servizio, dopo la verifica sulla disponibilità dei posti, possono accedere tutte le persone senza fissa dimora, italiane ed extracomunitarie, in regola con i documenti e il permesso di soggiorno, di sesso maschile e maggiore età.

L’accesso può avvenire in modo autonomo da parte degli utenti stessi o per segnalazione o invio da parte dei Servizi Sociali o altri Enti Pubblici e dalle Forze dell’Ordine.

In caso di richieste di accesso superiori alle possibilità dei posti, la priorità sarà garantita ai residenti nel Comune di Chivasso, poi secondo il criterio dell’anzianità o con documentate problematiche di salute.

197/2AC
Servizio Informazione

Pubblicato il 16 novembre 2017

 

Incontro con il ministro Galletti

Mercoledì 15 novembre il sindaco Claudio Castello, l’assessore all’ambiente Pasquale Centin e il dirigente Francesco Lisa andranno a Roma presso il Ministero dell’Ambiente per una riunione con il Ministro Gian Luca Galletti. Al centro dell’incontro la discussione sulla gestione delle vasche della discarica di Regione Pozzo e del rapporto con Smc. «Questa amministrazione è in forte preoccupazione per la situazione in atto della discarica di rifiuti di Chivasso - scrive l’Amministrazione nel dispositivo di delibera che precede l’incontro di sindaco e assessore -. Tale apprensione deriva dalle difficoltà economico-finanziarie della società SMC srl, in quanto lo stato societario attuale non consente un regolare svolgimento delle attività di emungimento e smaltimento del percolato, con notevoli infiltrazioni nei terreni sottostanti e nelle falde acquifere».

IV edizione del Concorso Internazionale di Musica Sacra per cori giovanili “Città di Chivasso”

La Giunta ha stanziato 10 mila euro a favore dell’associazione Gli Invaghiti di Fabio Furnari per la realizzazione della IV edizione del Concorso Internazionale di Musica Sacra per cori giovanili “Città di Chivasso”. La manifestazione si terrà dal 1 al 3 dicembre e rappresenta «un appuntamento particolarmente apprezzato sia a livello culturale che a livello di promozione del territorio, coinvolgendo cori provenienti da varie parti del mondo», scrive la giunta nel dispositivo di delibera che ha concesso il finanziamento.

Lavoro accessorio

L’Amministrazione comunale ha stabilito i criteri per poter ricorrere a contratti temporanei a favore di cittadini disoccupati, in carico ai Servizi Socio Assistenziali o classificati come particolarmente svantaggiati ed in gravi condizioni economiche.
Si tratta di impieghi occasionali nell’ambito di progetti speciali rivolti a specificate categorie di soggetti in stato di povertà, di disabilità, di detenzione, di tossicodipendenza o di fruizione di ammortizzatori sociali oppure per lo svolgimento di lavori di emergenza correlati a calamità o eventi naturali improvvisi. Inoltre questi impieghi saranno possibili per attività di solidarietà, in collaborazione con altri enti pubblici e/o associazioni di volontariato o per l’organizzazione di manifestazioni sociali, sportive, culturali o caritatevoli.

190/2AC
Servizio Informazione

Pubblicato il 10 novembre 2017

Salone Orientamento Scolastico

Chivasso non rinuncia al XII Salone dell’Orientamento Scolastico. La Giunta ha deciso di stanziare 3500 euro e di mettere a disposizione il PalaLancia per organizzare la manifestazione il prossimo 25 novembre. «Il Salone per l’Orientamento Scolastico è un’occasione di conoscenza diffusa dell’offerta formativa delle scuole secondarie di secondo grado e delle agenzie formative presenti nel territorio, che è conseguentemente collegato anche alle opportunità di lavoro» ha ribadito la Giunta approvando la delibera lo scorso 26 ottobre.
Il Comune di Chivasso distribuirà quindi il materiale pubblicitario anche ai Comuni che rappresenta quale ambito territoriale del Centro per l’impiego e precisamente: Brandizzo, Brusasco, Casalborgone, Foglizzo, Gassino, Montanaro, Rondissone, San Raffaele Cimena, Torrazza e Verolengo.

In biblioteca nuove risorse per l’inclusione

Arriva il via libera al Progetto “Libri per tutti”. Il progetto punta alla diffusione e promozione dei libri modificati con la Comunicazione Aumentativa Alternativa (CAA) della Fondazione Paideia tra gli scaffali della Biblioteca MoviMEnte. Paideia, infatti, intende promuovere la diffusione su tutto il territorio regionale di materiali compensativi di Comunicazione Aumentativa e Alternativa per persone con disabilità cognitiva, prevalentemente in età evolutiva. E Chivasso ha deciso di aderire a questa rete di diffusione.
Nella delibera del 26 ottobre, è arrivato anche il “sì” al Protocollo d’intesa che definisce i termini della collaborazione tra Fondazione Paideia e la Città di Chivasso, al fine di sviluppare sinergie per la realizzazione, la condivisione e la diffusione di libri modificati con la CAA. 
La Comunicazione Aumentativa e Alternativa è un sistema flessibile su misura che compensa disabilità o bisogni comunicativi complessi utilizzando tutte le competenze comunicative della persona (vocalizzazioni o linguaggio verbale, gesti, segni e comunicazione con ausili e tecnologia avanzata) e rappresenta uno strumento efficace che potenzia le possibilità di accesso alla comunicazione di tutti.
I libri modificati con i simboli della Comunicazione Aumentativa e Alternativa sono indicati non solo per lo sviluppo delle competenze comunicative di bambini e ragazzi con disabilità e bisogni comunicativi complessi, ma anche per soggetti con fragilità di comunicazione (anche temporanee) a tutte le età, per un’esperienza di lettura condivisa e partecipata./2AC

182/2AC
Servizio Informazione

Pubblicato il 3 novembre 2017