Regione Piemonte

Parrocchia di Castelrosso Chiesa dei Santi Giovanni Battista e Rocco

Ultima modifica 2 ottobre 2017

Verso la metà del XVIII secolo, la Chiesa di San Giovanni Battista non fu più adeguata alle necessità dell’accresciuta popolazione di Castelrosso: quindi si decise di costruirne  una più ampia e più funzionale che potesse far fronte alla necessità spirituale degli abitanti. Il nuovo edificio sorse nel 1758, come sostiene lo storico G. Borla (1773) “su disegno dell’architetto Paolo Lorenzo Garrone da Chivasso”, ma dipendeva dal punto di vista canonico, dalla Parrocchia di Chivasso, dove venivano amministrati i Sacramenti.  

I Castelrossesi chiesero che la nuova Chiesa fosse eretta in parrocchia autonoma, data la distanza dalla Città di Chivasso e nel forte desiderio di avere qualcosa di proprio e   indipendente.
Richieste furono avanzate in tal senso e alla Curia di Ivrea, e, in seguito, all’Arcivescovo di Torino, e ne nacque una lunga vertenza giudiziaria. In un primo tempo entrambe le petizioni ottennero risposta negativa e solo nel 1782 fu emessa la sentenza definitiva che diede il via alla costruzione della nuova Parrocchia.
La chiesa deve ancora essere sottoposta ad un attento studio, ma al suo interno spiccano un pregevole altare barocco in marmo nero e alcuni pregevoli affreschi ottocenteschi.La facciata dell’edificio è neobarocca, è di Bartolomeo Gallo.