Regione Piemonte

Passaporti

Ultima modifica 3 ottobre 2017

Passaporto ordinario

Il passaporto ordinario è valido per tutti i Paesi i cui governi sono riconosciuti da quello italiano e può essere ottenuto da tutti i cittadini della Repubblica.
Viene rilasciato, ai cittadini italiani, dalle Questure e, all'estero, dalle rappresentanze diplomatiche e consolari.
Tutti gli uffici emittenti in Italia e all'estero rilasciano il passaporto di ultima generazione, che prevede foto e firma digitalizzate con impronte digitali in un nuovo tipo di libretto.
Per i minori la procedura prevede che dal 25 novembre 2009 vengano acquisite le impronte dal compimento dei 12 anni di età.
Attualmente, in Italia, si rilascia il passaporto con microchip elettronico inserito nella copertina.

Modalità di rilascio

Per indicazioni più dettagliate sulle modalità di rilascio si rimanda al sito della Polizia di Stato: www.poliziadistato.it

Dove rivolgersi

I residenti in Chivasso
possono rivolgersi al Commissariato Barriera di Milano - Sportello di Polizia Amministrativa

E' possibile richiedere un appuntamento on-line direttamente da questo indirizzo: www.passaportonline.poliziadistato.it

Contatti e Orari di apertura

Commissariato Barriera di Milano
Via Botticelli 114, 10121 Torino
Telefono: 0112404411 / Fax: 011-2404433
e-mail: commissariatobarrieramilano.to@poliziadistato.it
Orari: dal lunedì al venerdì dalle 09.00 alle 13.00 - martedì anche dalle 15.00 alle 18.30

Polizia di Stato Questura di Torino
Corso Vinzaglio 10, 10121 Torino
Telefono: 01155881 / Fax: 0115588045
e-mail: urp.quest.to@pecps.poliziadistato.it
web: questure.poliziadistato.it/Torino
Orari: dal lunedì al venerdì dalle 09.00 alle 13.00 - martedì e giovedi anche dalle 15.30 alle 17.30

Altre info

Enac: regole di sicurezza negli aeroporti Unione Europea
Farnesina: www.viaggiaresicuri.it


Passaporto mortuario

Per il trasporto all'estero delle salme è necessario un passaporto mortuario rilasciato dal Sindaco del Comune ove è avvenuto il decesso.

Documentazione necessaria

Salme dirette verso uno degli Stati aderenti alla Convenzione internazionale di Berlino del 10/02/1927 (Austria, Belgio, Egitto, Francia, Messico, Portogallo, Svizzera, Turchia, Zaire (Rep. Democratica Congo), Germania, Repubblica Ceca e Slovenia, Cile, Danimarca, Olanda, Romania):

  • Domanda in carta da bollo che può essere presentata dall'impresa funebre o dai familiari del defunto e che deve contenere il mezzo di trasporto impiegato, il percorso nonché il Comune di destinazione;
  • Nullaosta del Comune al trasporto;
  • Certificato medico attestante le cause del decesso (in caso di decesso avvenuto per malattie infettive o per cause non naturali occorre seguire procedure particolari);
  • Certificato dell'A.S.L. - Igiene pubblica, attestante l'osservanza delle disposizioni sanitarie vigenti per il trasporto della salma;
  • Estratto per sunto dell'atto di morte;
  • Permesso di seppellimento;
  • Una marca da bollo da apporre sul passaporto.

Per l'estradizione di salme dirette verso uno Stato non aderente alla Convenzione di Berlino, oltre alla documentazione sopra elencata, occorre produrre il nullaosta dell'Autorità Consolare dello Stato nel quale la salma è diretta.

Dove rivolegrsi

Ufficio Stato Civile