Vai ai contenuti. | Spostati sulla navigazione

Sezioni
Tu sei qui: Home News Anno 2017 Bando Commercio su Area Pubblica - Criteri e procedimenti per l’assegnazione dei posteggi
domenica 22 ottobre 2017

Bando Commercio su Area Pubblica - Criteri e procedimenti per l’assegnazione dei posteggi

Bando
Commercio su Area Pubblica

Criteri e procedimenti per l’assegnazione dei posteggi in attuazione
del Regolamento Regionale del 9/11/2015 n. 6R

anche a seguito dell’accordo in data 3 agosto 2016 recante “Linee applicative dell’Intesa della Conferenza Unificata del 5 luglio 2012 in materia di procedura di selezione per l’assegnazione di posteggi su area pubblica.

Con le citate normative sono stati individuati i criteri per il rilascio e il rinnovo delle concessioni dei posteggi per l’esercizio del commercio su aree pubbliche e le disposizioni transitorie da applicare anche alle concessioni in essere.

In assonanza a quanto previsto da tali dispositivi normativi l’Amministrazione Comunale si è attivata per predisporre i bandi e definire i modi ed i tempi delle procedure che porteranno all'individuazione dei concessionari. In queste brevi note intendiamo riassumere gli aspetti e le informazioni di maggior che gli operatori debbono conoscere in relazione a questa procedura.

1. Pubblicazione del bando
Il bando verrà pubblicato per 30 giorni a far data dal 15.12.2016 . A decorrere d tale data sarà quindi possibile prenderne visione all’albo pretorio e sul sito informatico del Comune, nonché sul Bollettino della Regione Piemonte.

2. Presentazione delle domande
Decorsi 30 giorni dalla sua pubblicazione e quindi a far data dal 14.1.2017 e nei successivi 60 giorni gli aventi titolo potranno inoltrare le domande per l’assegnazione dei posteggi messi a bando.
Le domande per l’assegnazione dei posteggi oggetto della presente selezione, complete di bollo, devono essere inviate al Comune, pena l’esclusione dalla selezione, tramite pec, utilizzando il modello allegato al presente bando, scaricabile dal sito internet del Comune stesso, oppure tramite il portale telematico dello SUAP.
In via residuale è consentita la presentazione della domanda tramite raccomandata con avviso di ricevimento. Per l’aggiudicazione di ogni singolo posteggio occorrerà presentare specifica domanda.

3. Assegnazione delle concessioni di posteggio in scadenza
1. Le concessioni sono assegnate in relazione ad ogni singolo posteggio, in caso di pluralità di domande concorrenti sul medesimo posteggio, l’aggiudicazione avverrà in esito alla formazione della graduatoria ad esso relativa.

4. Criteri di attribuzione dei punteggi per l'assegnazione delle concessioni in scadenza
1. In caso di pluralità di domande concorrenti la graduatoria per l’assegnazione delle concessioni verrà effettuata per ogni singolo posteggio sulla base dei seguenti criteri di priorità:

a1) anzianità dell’esercizio dell’impresa, comprovata dalla durata dell’iscrizione, quale impresa attiva, nel registro delle imprese per il commercio su aree pubbliche; l’anzianità è riferita a quella del soggetto titolare al momento della partecipazione al bando cumulata a quella dell’eventuale dante causa.
Punteggi:
- anzianità di iscrizione fino a 5 anni = punti 40
- anzianità di iscrizione maggiore di 5 anni e fino a 10 anni = punti 50
- anzianità di iscrizione oltre 10 anni = punti 60.

a2) anzianità acquisita nel posteggio al quale si riferisce la selezione:
si attribuisce un punteggio pari a 40 punti rispettivamente ad una delle seguenti figure:
1) Il titolare della concessione/\autorizzazione, a titolo originario o per sub ingresso a seguito di acquisto della proprietà dell’azienda;
2) Il titolare della concessione/autorizzazione qualora, avendo concesso in affitto l’azienda o il ramo di essa, prima della partecipazione alla selezione sia rientrato nella titolarità dell’azienda o del ramo di azienda dato in affitto, purché risulti impresa attiva. In questa ipotesi:
a) la titolarità della concessione/autorizzazione, come gli altri requisiti, devono essere mantenuti dall'apertura dei termini per la presentazione delle domande fino alla data scadenza di presentazione delle domande prevista dal bando;
b) il titolare della concessione/autorizzazione ha facoltà, dopo la scadenza prevista dal bando per la presentazione delle domande, di riaffittare l’azienda o suo ramo, stipulando un nuovo contratto d’affitto, che non potrà avere durata superiore alla data di scadenza del titolo concessorio ( 7 maggio o 4 luglio 2017).
3) L’affittuario dell’azienda o del ramo di essa, qualora il contratto di affitto sia ancora efficace al momento di partecipazione della selezione.

a3) si attribuisce un punteggio pari a 3 punti all’impresa che presenta la documentazione attestante la propria regolarità ai fini previdenziali, contributivi e fiscali.

5. Requisiti per la partecipazione alla procedura di selezione
1. Possono partecipare alla selezione le ditte individuali, le società di persone, le società di capitali o cooperative regolarmente costituite, purché in possesso dei requisiti per l’esercizio dell’attività commerciale di cui all’articolo 71 del Decreto Legislativo 26 marzo 2010 n. 59 e s.m.i, e di quelli meglio e più ampiamente dettagliati nell’ambito del bando predisposto a tal fine dal Comune di Chivasso.
- Risultare in regola con il pagamento dei tributi relativi alla occupazione del suolo pubblico (Tosap e Tari giornaliera o tributi pregressi), in relazione alla concessione per la quale s’intende proporre l’istanza di assegnazione, o in alternativa aver inoltrato istanza agli uffici competenti per la regolarizzazione delle eventuali posizioni debitorie pregresse, mediante pagamento diretto di quanto dovuto o mediante accettazione del piano di rientro concordato con gli uffici competenti in esito alla sopracitata istanza di regolarizzazione. Il mancato rispetto dei pagamenti previsti nel piano di rateizzazione sarà motivo di decadenza dello stesso, nonché della concessione a garanzia della quale è stato emesso tale piano. In considerazione dei tempi istruttori, le eventuali istanze di accesso alla rateizzazione delle posizioni debitorie pregresse, dovranno pervenire agli uffici competenti entro e non oltre il 10.2.2017.
- Sono fatte salve le posizioni di contenzioso attualmente già in essere.

La data prevista come termine massimo di accettazione per la presentazione delle SCIA di subingresso e reintestazione è fissata a tutto il tutto il 5.1.2017, ( ritenendo tale termine di fine anno funzionale e coincidente con la previsione delle scadenze fiscali, contributive, contabili e verosimilmente con il periodo in cui si prevedono la maggior parte di chiusure e trasformazioni societarie, ecc. )

Al fine di scongiurare l’eventualità di lasciare per lungo tempo improduttivi i posteggi esistenti, nel periodo compreso fra il 8.1.2017 e la data del rilascio della nuova concessione, sarà consentito al titolare dell’autorizzazione\concessione in essere, che si venga a trovare nell’impossibilità materiale, di esercitare direttamente l’attività di commercio sul posteggio, la facoltà di farsi sostituire da altri soggetti, comunque incaricati a titolo temporaneo, mediante atto di delega comprovante il titolo alla sostituzione, da trasmettersi al Comune prima dell’inizio di tale avvicendamento. Il carattere di tale eccezionalità deve trovare riscontro nell’ambito della casistica sotto individuata ed a tal fine approvata da parte della Giunta Comunale e risultare circoscritto nel termine massimo di quindici giornate di mercato.
1) l’impossibilità materiale per i titolari del posteggio di esercitare direttamente sul posteggio per età avanzata, malattie o per l’esigenza di dover assistere i propri famigliari o in forza di cause di forza maggiore, anche legate all’esercizio contemporaneo su altri posteggi o esercizi commerciali, non potendo disporre al contempo di coadiuvanti o dipendenti cui affidare il posteggio precedentemente dato in gerenza e riacquisito per poter partecipare alla selezione di riassegnazione.
2)l’intento di non ledere il principio costituzionale della libertà economica che non deve risultare precluso nel periodo di durata delle procedure di selezione, in quanto il blocco dei subingressi, nel lasso di tempo che intercorre fra la data di presentazione delle offerte e la scadenza delle concessioni, rischia di inficiare la possibilità di lavorare di molte imprese interessate a svolgere la loro attività commerciale in tale lasso temporale, operando direttamente sui posteggi oggetto di selezione.
3) la tutela del principio costituzionale del diritto al lavoro, da esercitarsi in favore di quei gerenti che a seguito della risoluzione dei loro contratti di affitto d’azienda, vengano a trovarsi, in condizione di non poter continuare la loro attività col rischio di vedersi privati della possibilità di provvedere direttamente al sostentamento dei loro nuclei famigliari.

Il costo delle contributo istruttorio per l’esame di ogni singola istanza è fissato nella cifra di €. 35,00.

Il testo del bando ed il modello di domanda per l’assegnazione di posteggio per il commercio su area pubblica, sono disponibili a far data dal 15.12.2016 e scaricabili direttamente dal sito informatico del Comune di Chivasso nella sezione modulistica on line – attività produttive

Per ulteriori informazioni tel. n° 011- 9115 331 e n° 011 - 9115 401

Pubblicato il 15 dicembre 2016

logo Comune di Chivasso  CITTÀ DI CHIVASSO
P.za Gen.le C.A. Dalla Chiesa, 8 – 10034 Chivasso (TO)
Centralino 011 - 91151 - Fax 011 - 9112989
PEC: protocollo@pec.comune.chivasso.to.it
C.F. 82500150014 - P. IVA 01739830014
Copyright © - aut. Trib. di Torino n. 8 del 30.01.07- dir. resp.: Nino Ventura