Vai ai contenuti. | Spostati sulla navigazione

Sezioni
Tu sei qui: Home News Anno 2017 Rifiuti e degrado urbano - Le dichiarazioni del Sindaco
domenica 22 ottobre 2017

Rifiuti e degrado urbano - Le dichiarazioni del Sindaco

Tutti dobbiamo vigilare denunciando i delinquenti
Rifiuti e degrado urbano
Le dichiarazioni del Sindaco Castello sugli ultimi episodi

Il problema dei rifiuti abbandonati nei prati, nelle piazzole di sosta delle strade, nei boschi, sulle rive dei fiumi ed in varie parti della città è una questione che riguarda in modo molto evidente il nostro Bel Paese e le nostre città.
Passata la frontiera, guardando l’Italia con gli occhi del turista in vacanza, man mano che il magnifico panorama della nostra penisola si offre ai visitatori dai finestrini dell’auto in corsa, non si può non notare quegli orribili cumuli di immondizia che fanno bella mostra di sé ai bordi della strada.
Questo è il nostro biglietto da visita? Questa è la giusta opinione che avranno di noi italiani e di come gestiamo i nostri rifiuti? Si!
Lasciamo perdere la questione culturale che c’è e che bisogna assolutamente contrastare, noi alla differenziata ci siamo arrivati molti anni dopo i Paesi del Nord Europa, rimane la questione che se ci sono cittadini che impunemente possono ritenere normale disfarsi dei propri rifiuti oltraggiando la natura, riempiendo di immondizia le nostre strade e degradando i nostri quartieri e le nostre città, è un poco anche colpa nostra.
C’è chi attribuisce il fenomeno alle attività lavorative “in nero” (muratori, meccanici, svuota cantine, ecc. ….) e chi all’ignoranza (è più impegnativo caricarsi il frigorifero in macchina e lasciarlo in un prato, piuttosto che fare il numero verde e farselo venire a prendere sotto casa gratis!). Fatto sta che non è possibile assistere a tale scempio senza fare niente, girandosi dall’altra parte.
Anche a Chivasso, nella nostra bella città il problema c’è ed è sotto gli occhi di tutti. Non passa giorno che non si ricevano segnalazioni in tale senso.
In questi anni sono state centinaia le bonifiche effettuate a “nostre spese” (dei chivassesi) e sono pochissimi i casi in cui si è potuto individuare i colpevoli di questi che sono veri e propri reati: reati ambientali.
Il Comune può anche piazzare 10.000 telecamere ma non sarà mai in grado di eliminare il fenomeno che oltretutto, è bene ricordare, produce un enorme onere a carico della collettività.
Ed allora? Ed allora occorre che tutti i cittadini si facciano carico del problema. Oggi tutti abbiamo la possibilità di fare una foto, un video, con il nostro telefonino e in pochi secondi siamo in grado di diffonderlo e di farlo pervenire alla Polizia Municipale, alle forze dell’ordine. Bene, facciamolo!
Solo per citare gli ultimi esempi, pubblichiamo le foto degli interventi di bonifica effettuati qualche giorno fa in diverse isole ecologiche della città, la foto si riferisce a quella di via Togliatti, e quella della stessa isola il giorno dopo la bonifica.
Come sindaco e come cittadino che ama la propria città ed il proprio Paese, non sono più disposto a tollerare questo stato di cose e posso garantirvi il massimo impegno della struttura comunale per individuare e colpire i responsabili di questi reati.
Molto però dipende anche da tutti noi, chivassesi, piemontesi ed italiani, da noi: quella maggioranza “silenziosa” che deve smettere di subire i soprusi di questi delinquenti.

Il Sindaco
Claudio Castello

Pubblicato il 22 agosto 2017
124/1NV - Servizio Informazione

logo Comune di Chivasso  CITTÀ DI CHIVASSO
P.za Gen.le C.A. Dalla Chiesa, 8 – 10034 Chivasso (TO)
Centralino 011 - 91151 - Fax 011 - 9112989
PEC: protocollo@pec.comune.chivasso.to.it
C.F. 82500150014 - P. IVA 01739830014
Copyright © - aut. Trib. di Torino n. 8 del 30.01.07- dir. resp.: Nino Ventura