Vai ai contenuti. | Spostati sulla navigazione

Sezioni
Tu sei qui: Home News Anno 2017 RistoLindo e EcoRistoranti - Un premio in denaro per i ristoratori di Chivasso
sabato 29 aprile 2017

RistoLindo e EcoRistoranti - Un premio in denaro per i ristoratori di Chivasso

— archiviato sotto:

Un premio in denaro per i ristoratori di Chivasso
RistoLindo e EcoRistoranti

Un progetto della Coop. Arcobaleno in collaborazione con Comune, Seta spa e Coop. Erica

E’ stata presentata nel pomeriggio di lunedì 10 aprile, l’iniziativa promossa dall’Assessorato all’Ambiente, guidato dal vice sindaco Massimo Corcione, che propone ai ristoratori della città i progetti Premio RistoLindo e la Rete EcoRistoranti.
Nate dalla collaborazione fra il Comune di Chivasso, Seta spa, Consorzio di Bacino 16, cooperativa Arcobaleno e cooperativa Erica, le due iniziative sono rivolte ai ristoratori e premiano le buone pratiche ambientali.
Il Premio RistoLindo è promosso dalla cooperativa Arcobaleno ed è un concorso rivolto al ristoratore più virtuoso, con l’obiettivo di sostenere la buona qualità del lavoro dei ristoratori stessi e la loro capacità di attrarre i clienti. La partecipazione prevede la compilazione di un questionario da parte del ristoratore, la compilazione di un questionario da parte degli operatori di raccolta, l’effettuazione di verifiche incrociate e l’esame dei questionari stessi da parte di una Commissione. Il premio finale, che andrà al ristoratore più preciso, puntuale e collaborativo nel fare la raccolta differenziata dei rifiuti, consiste in un contributo economico pari a 500 euro, la consegna della pergamena “RistoLindo 2017” e la pubblicità sui media.
La rete degli EcoRistoranti, promossa dalla cooperativa Erica, è un network nazionale di ristoratori sensibili alle tematiche dell’ambiente e della riduzione degli sprechi.
Il network degli EcoRistoranti vede la luce nel 2012, in occasione della Settimana Europea per la Riduzione dei Rifiuti, grazie ad un progetto proposto dalla cooperativa Erica in collaborazione con il Covar 14 che ha coinvolto circa 35 esercizi del territorio a sud di Torino. Oggi il network comprende più di 80 ristoranti di oltre 20 Comuni diversi ed è in continua espansione. Essere inseriti nella rete EcoRistoranti è molto semplice: il Comune che vuole aderire stipula un accordo volontario con i ristoratori allo scopo di attivare pratiche di ristorazione sostenibile, in termini di prevenzione dei rifiuti e lotta allo spreco alimentare. Stipulando l’accordo i ristoratori si impegnano a promuovere l’asporto delle pietanze non consumate dal cliente, utilizzare tovaglioli in stoffa, servire l’acqua in brocca, prediligere i prodotti con meno imballaggi, differenziare i propri rifiuti ed effettuare il compostaggio. In cambio il ristoratore gode del prestigio di far parte di una rete nazionale, testimoniata dalla vetrofania che riceverà all’adesione e che potrà essere esposta all’ingresso del suo locale, la presenza sui canali social (Facebook e Instagram, il sito www.ecoristoranti.it) della rete, risparmi su forniture, tempo e spazio.

Alla presentazione dell’iniziativa hanno partecipato l’assessore Massimo Corcione, Fabrizio De Bernardi, Direttore dei servizi sul Chivassese per la cooperativa Arcobaleno, Alessandro Casotti del Consorzio di Bacino 16, Enrico di Nola e Paolo Ceccarelli della cooperativa Erica.
“E’ un esperimento che stiamo portando avanti per capire quale può essere la formula giusta per innalzare la percentuale di rifiuti differenziati ed evitare sanzioni – ha spiegato l’assessore Corcione -. Se non riusciamo a trovare il tasto giusto per sensibilizzare i cittadini, non riusciremo a raggiungere la percentuale del 65% entro il 2020, così come prevede la normativa. Credo sia nell’interesse di tutti i cittadini essere collaborativi. Arrivare a ‘pagare meno’ con la raccolta differenziata è una favola metropolitana che qualcuno, prima di noi, ha raccontato, mentre, purtroppo, le sanzioni saranno reali. Questa è un’iniziativa che cerca di far capire l’importanza del risultato che dobbiamo raggiungere, ricordando che il 2020 non è così lontano”.

Servizio Informazione

n.63/2as
Pubblicato il 12 aprile 2017

logo Comune di Chivasso  CITTÀ DI CHIVASSO
P.za Gen.le C.A. Dalla Chiesa, 8 – 10034 Chivasso (TO)
Centralino 011 - 91151 - Fax 011 - 9112989
PEC: protocollo@pec.comune.chivasso.to.it
C.F. 82500150014 - P. IVA 01739830014
Copyright © - aut. Trib. di Torino n. 8 del 30.01.07- dir. resp.: Nino Ventura