Vai ai contenuti. | Spostati sulla navigazione

Sezioni
Tu sei qui: Home Sezioni Tematiche Beni Comuni Urbani - Chivasso siamo noi
martedì 23 maggio 2017

Beni Comuni Urbani - Chivasso siamo noi

Beni Comuni Urbani
Chivasso siamo noi

Ripulire dalle scritte una pensilina dell’autobus o una bacheca, sistemare e colorare la recinzione di un’area giochi, abbellire le fioriere stradali, arricchire un parco con schede illustrative sulle specie arboree, gestire in maniera condivisa uno spazio pubblico creando attività culturali o di svago, ecc. Queste e molte altre possono essere azioni di cura e rigenerazione dei beni comuni urbani.
I beni comuni urbani, infatti, sono tutti quelli che riteniamo fondamentali per la vita della nostra comunità cittadina e di cui decidiamo di prenderci cura, in collaborazione con l’Amministrazione comunale, affinché tutti ne possano usufruire.
Queste azioni diventano opportunità per condividere idee e competenze, risorse e creatività, perché Chivasso sia una città bella e vivibile, di cui ci sentiamo tutti responsabili.


Il regolamento testo integrale

Il “Regolamento sulla collaborazione tra cittadini e Amministrazione per la cura e la rigenerazione dei beni comuni urbani” ha l’obiettivo di rendere più libera e diretta la partecipazione dei cittadini nella cura dei beni comuni urbani, in applicazione dell'articolo 118 della nostra Costituzione, che recita: “Stato, Regioni […] Comuni favoriscono l'autonoma iniziativa dei cittadini, singoli e associati, per lo svolgimento di attività di interesse generale, sulla base del principio della sussidiarietà.

Principi generali
Chi può partecipare
Quali azioni proporre
Come costruire una proposta di collaborazione

Proposte di collaborazione

In questa sezione sono pubblicate tutte le proposte di collaborazione presentate, i patti di collaborazione stipulati e lo stato di avanzamento dei singoli progetti.
Il patto di collaborazione è un accordo tra il Comune e i cittadini proponenti per realizzare azioni di cura o di rigenerazione dei beni comuni urbani.
Viene sottoscritto dopo aver verificato la fattibilità del progetto e concordato i dettagli delle azioni da intraprendere. Esso precisa le norme di sicurezza cui attenersi, le competenze dei soggetti coinvolti, le modalità di intervento e ogni altra informazione che permetta a chi vuole attivarsi di farlo nella massima sicurezza e trasparenza.
Le occasioni di collaborazione tipiche (art. 28 del Regolamento), essendo azioni semplici, predefinite e rese manifeste attraverso un Bando, non necessitano della sottoscrizione di un patto di collaborazione. Il rispetto delle norme relative alla prevenzione e sicurezza e delle modalità di esecuzione è comunque dichiarato all’atto di adesione, compilando l’apposito modulo, che di fatto sostituisce il patto di collaborazione.

- Proposte in risposta agli obiettivi indicati dall'Amministrazione

- Proposte di azioni tipiche individuate con bandi pubblici dell'Amministrazione

- Proposte libere


Aggiornato il 10 febbraio 2016

 
logo Comune di Chivasso  CITTÀ DI CHIVASSO
P.za Gen.le C.A. Dalla Chiesa, 8 – 10034 Chivasso (TO)
Centralino 011 - 91151 - Fax 011 - 9112989
PEC: protocollo@pec.comune.chivasso.to.it
C.F. 82500150014 - P. IVA 01739830014
Copyright © - aut. Trib. di Torino n. 8 del 30.01.07- dir. resp.: Nino Ventura