Regione Piemonte

Con la fidejussione di SMC il comune terminerà il parco dei Pogliani

Published on 15 June 2019 • 2019 , News

Un area di 40.000 metri quadrati da riqualificare
Con la fidejussione di SMC il comune terminerà il parco dei Pogliani
Chiesta la chiusura dell’area per lo stato di incuria in cui si trova

In occasione dei sopralluoghi svolti a seguito dell’avvio della procedura di escussione della fidejussione per la mancata ultimazione del parco dei Pogliani, situato in adiacenza all’impianto di discarica in Chivasso Fr. Pogliani, è stata rilevata la condizione di incuria in cui si trova l’area e pertanto, nelle more della conclusione della procedura di escussione, si è richiesto alla società SMC srl di provvedere con la massima urgenza alla chiusura dell’area ai fini della tutela della pubblica incolumità.

L’erba alta e la mancanza di manutenzione delle strutture presenti, hanno convinto l’Amministrazione Comunale a richiederne la chiusura in modo da evitare potenziali pericoli agli eventuali fruitori.

Alcuni aspetti tecnici e formali impediscono, infatti, al Comune di potersi fare direttamente carico degli interventi di ripristino necessari alla fruibilità dell’area.

Va ricordato però che su tale argomento il 26 febbraio scorso, era stato emesso un comunicato (n.31) con il quale si annunciava che l’Amministrazione Comunale con Deliberazione G.M. n. 40 del 21 febbraio 2019, aveva avviato le procedure per l’escussione della fidejussione prestata dalla società SMC srl.

Comunicato che riportiamo integralmente di seguito:

Nelle autorizzazioni rilasciate nel 2008 dalla Provincia di Torino, ora Città Metropolitana, alla società SMC spa, ora srl, per l’ampliamento della vasca Chivasso 3 si prescrive alla società SMC di:“definire in accordo con il Comune di Chivasso l’intervento di compensazione, richiesto in sede di Conferenza dei Servizi, consistente nella riqualificazione ed il ripristino ambientale dell’area già oggetto di autorizzazione allo stoccaggio di inerti … “

Si tratta di un’area posta a nord delle discariche avente una superficie catastale di circa 40.000 mq oggetto in passato di scavo per utilizzo dei materiali e che pertanto necessitava del riempimento dell’invaso con materiale naturale e di successiva riqualificazione superficiale.

Nel 2010 la Giunta Comunale ha approvato il progetto e la convenzione tra Comune e SMC spa per la realizzazione del Parco, documentazione che è stata modificata il 23 luglio 2012 con la deliberazione n. 88 per consentire la consegna anticipata di parte del Parco che è avvenuta in forma provvisoria ad ottobre 2012.

Le operazioni di riempimento dell’invaso hanno avuto termine nel 2016 e nel frattempo ci sono stati incontri tra la Società e l’Amministrazione comunale per la revisione del progetto che è stato aggiornato ed approvato con Deliberazione del 16 marzo 2017 n. 78 che prevedeva l’inserimento di una parete attrezzata per arrampicate sportive e la definizione del 31 luglio 2017 quale termine per l’ultimazione dei lavori.

Nel frattempo la società SMC ha iniziato ad avere difficoltà economiche e conseguentemente ha rallentato tutti gli interventi all’interno dell’impianto e in particolare in riferimento alle attività di ultimazione del parco.

Ad ottobre 2018 la società Green-Up, per conto di SMC srl, ha provveduto al taglio dell’erba nell’area oggetto di consegna provvisoria del 2012 dichiarando l’intenzione di procedere all’ultimazione delle opere entro l’anno 2018.

Tale termine è stato nuovamente disatteso e pertanto l’Amministrazione ha provveduto alla definizione dello stato di consistenza delle opere presenti nell’area da destinarsi a Parco e con Deliberazione n. 40 del 21 febbraio 2019 ha dato mandato agli uffici comunali di procedere all’escussione di € 525.521,99 corrispondenti a parte della fidejussione prestata dalla società SMC srl al fine di avere la disponibilità delle somme necessarie all’ultimazione delle opere.

Chivasso; 14 giugno 2019

108/1NV – Servizio Informazione