Tari non domestiche - Scelta conferimento ed avvio al recupero di rifiuti urbani fuori dal servizio pubblico entro 31/05/2021

Published on 27 May 2021 • 2021 , Tributi

TARI - Utenze non domestiche
Scelta conferimento ed avvio al recupero di rifiuti urbani fuori dal servizio pubblico

Comunicazione entro 31 maggio 2021 con decorrenza dal 1° gennaio 2022

Facendo seguito a quanto già evidenziato nella nota informativa inviata unitamente all’acconto della TARI anno 2021, si evidenzia che la legge 21 maggio 2021 n. 69, nel convertire con modificazioni il decreto “Sostegni” (DL n. 41/2021), ha risolto la questione della decorrenza della comunicazione di uscita dal servizio pubblico per la gestione dei rifiuti urbani da parte delle utenze non domestiche interessate.

La versione originaria dell’art. 30 comma 5 del Decreto Legge n. 41/2021 “Sostegni” aveva stabilito che le utenze non domestiche interessate ad uscire dal servizio pubblico di gestione dei rifiuti dovessero comunicarlo al Comune od al soggetto gestore entro il 31 maggio di ogni anno, senza precisare la decorrenza di tale scelta e chiarire l’impatto della stessa sulla modalità di tassazione.

Le modifiche apportate in sede di conversione di tale disposizione normativa hanno chiarito che la scelta deve essere comunicata al Comune od al soggetto gestore entro il 31 maggio 2021, con effetto dal 1° gennaio 2022. Dal 2022 la comunicazione potrà essere presentata entro il 30 giugno di ciascun anno, con effetto dal 1° gennaio dell’anno successivo.

Si invitano le utenze non domestiche interessate a trasmettere apposita comunicazione al Consorzio di Bacino 16 - gestore della TARI – (PEC: amministrazione@cert.consorziobacino16.it) e per conoscenza a SETA SpA - soggetto gestore del servizio – (PEC: amministrazione@seta.telecompost.it) ed al Comune di Chivasso (PEC: protocollo@pec.comune.chivasso.to.it).