Regione Piemonte

Temporaneamente ridotto il servizio dei Nonni Vigile

Published on 11 September 2019 • 2019 , News

Gli Uffici hanno emanato un bando di “Cittadinanza attiva” per trovare una soluzione
Temporaneamente ridotto il servizio dei Nonni Vigile
L'Amministrazione ha dovuto rinunciare al prezioso supporto a causa della riforma del Terzo Settore

Nelle scorse settimane, gli Uffici Comunali hanno dovuto, con rammarico, comunicare alle scuole del territorio cittadino che con l'inizio del nuovo Anno Scolastico sarebbe stato molto difficoltoso attivare il consueto servizio di vigilanza effettuato dai “Nonni Vigile” durante l'orario di ingresso e di uscita dagli alunni.

Il motivo risiede nella nuova regolamentazione del Terzo Settore che non consente di mantenere il rapporto di collaborazione tra Comune e Associazione così come definito negli anni passati.

Così l'Amministrazione Comunale ha avviato una serie di iniziative per cercare di attivare un servizio volontario (senza alcun tipo di rimborso spese) aderente ai dettami della nuova normativa. Per questo ha emanato un bando per promuovere progetti di cittadinanza attiva per quello che riguarda la sicurezza intorno alle scuole. I singoli cittadini, gruppi e associazioni che abbiano l'intenzione di aderire al bando, potranno farlo entro il prossimo 1° ottobre.

Il servizio svolto dai “Nonni Vigile” non era obbligatorio, ma il Comune vi ha sempre fatto affidamento come un ulteriore energia da mettere in campo per garantire e vigilare sulla sicurezza intorno alle scuole.

Nell'attesa di trovare una soluzione sostitutiva alla vecchia forma di servizio, in accordo con le indicazioni fornite dal Comandante della Polizia Municipale che ha vagliato attentamente la viabilità nei pressi delle scuole, vengono presidiati provvisoriamente, con personale della Cooperativa Valdocco, i plessi di via Marconi e di via Blatta, quelli cioè più numerosi dal punto di vista degli alunni, ma soprattutto quelli che si affacciano su strade urbane ad alta percorrenza e che devono essere chiuse al traffico durante l'ingresso e l'uscita dei bambini dalle lezioni, così come viene anche espressamente indicato dall'apposita segnaletica stradale (ZTL limitata).

Per tutti gli altri plessi scolastici, è stato valutato che gli attraversamenti pedonali e gli interventi di messa in sicurezza stradale che sono stati effettuai negli anni scorsi, siano sufficienti a garantire ai bambini ed agli accompagnatori un percorso sicuro per raggiungere le scuole.

Con l'occasione, l'Amministrazione Comunale rinnova l'invito ai cittadini volenterosi, e nelle condizioni di farlo, di mettere un po' del loro tempo a disposizione della comunità ed in particolare dei suoi cittadini più giovani.


Bando di Cittadinanza attiva - Sicurezza all'entrata e all'uscita della scuola

A titolo sperimentale si propone di avanzare proposte relativamente ai seguenti plessi scolastici: Scuola primaria Marconi, Scuola primaria Dasso, Scuola primaria Mazzucchelli, Scuola primaria Savia in frazione Castelrosso, Scuola dell'infanzia “Peter Pan” in via Paleologi, Scuola dell'infanzia “Bambi” in viale Cavour.

Le proposte possono essere presentate da singoli cittadini, da gruppi spontanei di cittadini o da una o più Associazioni e dovranno essere presentate attraverso l’apposito modulo allo Sportello SUP (piazza C.A. Dalla Chiesa n. 8) oppure inviate a mezzo mail al Protocollo protocollo@comune.chivasso.to.it (PEC: protocollo@pec.comune.chivasso.to.it) e dovranno pervenire entro martedì 1° ottobre 2019.

Scarica il bando

Scarica la modulistica

Pubblicato l'11 settembre 2019
Servizio Informazione