Regione Piemonte

Treno della Memoria 2019 - Il racconto degli studenti

Published on 6 May 2019 • 2019 , Comune

Un momento “di restituzione” alla comunità delle emozioni vissute sui luoghi dello sterminio
Il racconto dei ragazzi del Treno della Memoria
Venerdì 3 maggio i 46 studenti che hanno partecipato al progetto hanno parlato del loro viaggio

Con una serata partecipatissima e soprattutto carica di emozione, venerdì 3 maggio i ragazzi che hanno preso parte al progetto Treno della Memoria hanno “raccontato” attraverso parole, scritti, citazioni e canzoni la loro esperienza.

Quarantasei gli studenti delle scuole superiori della città, provenienti da tutti i centri del chivassese, che lo scorso 23 febbraio sono saliti sul Treno della Memoria 2019, grazie all'Amministrazione guidata dal sindaco Claudio Castello, che anche quest'anno ha aderito all’iniziativa che ha portato i giovani sui luoghi simbolo dello sterminio e della deportazione. Il Treno della Memoria è infatti uno dei progetti più rilevanti al mondo sul tema della memoria della Shoah che prevede la visita al campo di Auschwitz-Birkenau.

“E' stata una serata molto bella e molto partecipata – ha commentato l'Assessora alla Cultura, Tiziana Siragusa -: il racconto dei ragazzi è stato davvero toccante e soprattutto hanno cercato di esprimere le emozioni che questa esperienza ha suscitato in loro attraverso forme di racconto diverse, con un risultato straordinario e facendo tutto da soli”.

La serata di venerdì 3 maggio ha voluto essere un momento “di restituzione” alla comunità, in cui è stato come se i giovani fossero diventati nuovi testimoni di quel momento storico tanto drammatico e che a loro sia stato affidato il prezioso compito di tramandare e custodire la memoria di quanto è avvenuto, visitare i luoghi della deportazione e dello sterminio e “raccontarli” perché nessuno dimentichi. Attraverso un racconto che spesso si è interrotto per la forte commozione dei giovani, le citazioni orali e musicali, gli studenti hanno raccontato le diverse tappe del viaggio, i monumenti a ricordo dei momenti della deportazione, fino alla visita del campo di Auschwitz-Birkenau.

Al termine della serata, l'Assessore Pasquale Centin, che proprio nei giorni scorsi ha visitato, insieme al figlio, gli stessi luoghi, ha raccontato la sua personale esperienza e le forti emozioni vissute.

Pubblicato il 6 maggio 2019
Servizio Informazione