Regione Piemonte

Un messaggio di Telethon ha unito gli alunni di Cosseria (Savona) e della “Mazzucchelli”

Published on 21 February 2019 • 2019 , News , Scuola

Mercoledì i bambini liguri hanno incontrato i loro compagni e gli Amministratori
Storia di un'amicizia e di un palloncino verde
Un messaggio di Telethon ha unito gli alunni di Cosseria (Savona) e della “Mazzucchelli”

Nella mattinata di mercoledì 20 febbraio, sono stati ricevuti a Palazzo Santa Chiara un gruppo di oltre trenta bambini provenienti dalla scuola di Cosseria, piccolo centro del savonese con poco più di mille abitanti.

Ma raccontiamo tutta la storia. Nel dicembre 2017, in occasione della manifestazione Telethon, organizzata dalla sezione Uildm “Paolo Otelli” di Chivasso, un gruppo di bambini della scuola “Mazzucchelli” dalla piazza del Duomo lanciò in cielo dei palloncini con attaccati messaggi di augurio e di speranza. Il palloncino verde di Edoardo, che allora frequentava la terza classe, trasportato dalle correnti d'aria volò fino ad un bosco vicino a Cosseria (SV), posandosi sui rami di un albero. Qui lo trovò un signore che lesse il messaggio di Edoardo - “Guarisci presto” rivolto genericamente a tutte le persone affette da una malattia genetica – e l'invito a mettersi in contatto con la scuola “Mazzucchelli”. L'uomo portò il palloncino a casa e lo consegnò al figlio, che oggi ha dieci anni, e che alla fine del 2017 stava attraversando un momento molto particolare della sua vita. Il bambino fu molto colpito da quell’augurio che sembrava indirizzato proprio a lui e portò il palloncino verde ed il suo messaggio a scuola: iniziò così una fitta corrispondenza di lettere, disegni e videochiamate con la scuola chivassese, un legame che mercoledì si è concretizzato con l'incontro fra le due scolaresche e fra i due bambini.

Accompagnati dalle insegnanti Cristina Canegallo, Antonietta Calabria e Loredana Siri, oltre trenta bambini della scuola di Cosseria si sono recati a Torino per fare visita al Museo Egizio e si sono trattenuti un giorno in più in Piemonte per incontrare e conoscere i loro compagni di Chivasso. Mercoledì mattina si è svolto l'incontro presso la scuola e poi i bambini hanno raggiunto il Municipio dove sono stati ricevuti dal vice sindaco e Assessore all'Istruzione, Tiziana Siragusa, che ha portato il saluto del Sindaco Claudio Castello, impegnato in una riunione in Prefettura. Il vice sindaco Siragusa ha dato il benvenuto ai giovani studenti a nome di tutta la comunità chivassese ed ha letto la lettera consegnata dalle insegnanti di Cosseria con il saluto del Sindaco di Cosseria, Roberto Molinaro, all'Amministrazione Comunale chivassese, alla Dirigente Scolastica del II Circolo, Rosaria Genovese, all'insegnante della IIIB della Mazzucchelli, Teresa Fontana, congratulandosi per la lodevole iniziativa: “In un'epoca tecnologicamente avanzata, dove non vengono percepiti confini e distanze grazie all'evoluzione della comunicazione, la vostra brillante idea aiuta a dare un senso di appartenenza al proprio territorio e risalta le peculiarità del genere umano: la generosità e l'attenzione per chi ha una vita più impegnativa”. I ragazzi ospiti sono stati accompagnati anche da una delegazione della Uildm “Paolo Otelli”, formata dal vice presidente Bruno Ferrero, dal tesoriere e consigliere comunale Domenico Scarano, Ilaria Bertone e Maurino Ruberto. Dopo aver posto alcune domande al vice sindaco Siragusa e all'Assessore Pasquale Centin, i bambini sono stati accompagnati dalla dottoressa Francesca Marino, responsabile dello Sportello Turistico, a visitare il centro storico, in particolare il Duomo e la Torre Ottagonale, e poi sono tornati alla “Mazzucchelli” per il pranzo, offerto dall'Amministrazione Comunale. Nel pomeriggio, la delegazione della Uildm ha nuovamente incontrato i ragazzi nella palestra della scuola “Mazzucchelli”, per lasciare a tutti un piccolo dono come ricordo di questa giornata molto speciale.

Chivasso, 21 febbraio 2019

25/2NV - Servizio Informazione