Regione Piemonte

Una nuova pista ciclabile per via Madame Curie

Published on 28 May 2018 • Comune

Il manufatto era inserito fra le opere di viabilità alternativa realizzate da RFI

                                                     Una nuova pista ciclabile per via Madame Curie

Il passaggio ciclo-pedonale permette di arrivare alla passerella di via Paleologi in sicurezza

Nel pomeriggio di giovedì 24 maggio, è stata ufficialmente aperta la nuova pista ciclabile realizzata da RFI, che collega via Madame Curie (ex via Settimo-zona Rivoira) a via Volpiano.

“La pista ciclabile è stata dotata di un puntuale sistema di illuminazione, un particolare che aumenta considerevolmente la sicurezza della zona”, ha sottolineato il sindaco Claudio Castello. Lunga 800 metri, la nuova pista ciclabile corre parallela alla ferrovia (lato nord) e la sua costruzione era stata inserita nella convenzione tra il Comune ed RFI in relazione alla nuova viabilità realizzata a seguito della chiusura dei passaggi a livello.

“Con questo nuovo passaggio, che può essere percorso in bicicletta oppure a piedi, si è cercato di dare una risposta alle esigenze dei residenti della zona - ha aggiunto l’Assessore ai Lavori Pubblici, Domenico Barengo -. Da anni, delegazioni di cittadini venivano periodicamente negli uffici del Comune per segnalare il disagio di vivere in una via pressochè isolata. Grazie alla nuova viabilità, con la rotonda sulla strada per Montanaro e questa pista ciclabile che in pochi minuti permette di arrivare alla nuova passerella di via Paleologi, i residenti possono ora raggiungere in modo rapido il centro cittadino”.

Chivasso,  28 maggio 2018

 

Servizio Informazione