Assegno di maternità

Last update 1 March 2021

Assegno di maternità

Che cos'è: L'assegno di maternità per le nascite, le adozioni, gli affidamenti preventivi spetta alle donne disoccupate o lavoratrici a tempo parziale, che non ricevono l'indennità di maternità erogata dall'INPS (o da altri enti previdenziali) né alcun altro trattamento economico (retribuzione) da parte del datore di lavoro per il periodo di maternità. (periodo totale di 5 mesi).
Tuttavia, le donne che beneficiano di un trattamento economico di maternità di importo inferiore rispetto all'importo dell'assegno possono fare richiesta per la quota differenziale.

Per chi: per le madri residenti a Chivasso cittadine italiane, comunitarie o se extra-comunitarie in possesso di uno dei seguenti documenti:

  • status di rifugiata/asilo politico o di protezione sussidiaria oppure ne deve essere in possesso il coniuge (art. 27 del D.lgs n. 251/07)
  • carta di soggiorno (art. 9 del D.lgs 286/98)
  • carta di soggiorno per i familiari del cittadino comunitario (artt. 10 e 17 del D.lgs 30/07)
  • permesso di soggiorno CE per soggiornanti di lungo periodo ( art. 9 del D.lgs 3/2007)
  • ricevuta della richiesta del permesso di soggiorno CE per soggiornanti di lungo periodo  e delle carte di soggiorno suddette (la cittadina non comunitaria che sia in attesa del rilascio del permesso di soggiorno CE, può presentare nei tempi stabiliti, la domanda di assegno di maternità allegando la ricevuta comprovante l’avvenuta richiesta del titolo di soggiorno; tale domanda è tenuta in sospeso dal Comune fino all’esibizione del titolo, in forma elettronica o cartacea, da parte dell’interessata, eventualmente anche oltre il termine predetto dei sei mesi)
  • permesso unico di lavoro (come da ordinanza del Tribunale – sez. lavoro – del 15/02/2019 dir. 2011/98/UE art. 3 comma 1: b) ai cittadini di paesi terzi che sono stati ammessi in uno Stato membro a fini diversi dall’attività lavorativa a norma del diritto dell’Unione o nazionale, ai quali è consentito lavorare e che sono in possesso di un permesso di soggiorno ai sensi del regolamento (CE) n. 1030/2002 c) ai cittadini di paesi terzi che sono stati ammessi in uno Stato membro a fini lavorativi a norma del diritto dell’Unione nazionale)

Quando si presenta la domanda: la domanda deve essere presentata entro 6 mesi dalla nascita/adozione/affido del bambino con la certificazione ISEE aggiornata  

Redditi da dichiarare: i  redditi e i patrimoni da dichiarare sono quelli di tutti i componenti del nucleo presenti al momento della domanda e risultano dall’ISEE (indicatore situazione economica equivalente non deve essere superiore a €. 17.416,66  per l’anno 2021)

Importo assegno: l’importo dell’assegno per l’anno 2021 è di €. 1.740,60 (pari a €. 348,12 per 5 mensilità)  

Dove rivolgersi

Per modulistica e Protocollo recarsi allo Sportello Unico Polivante
Per la certificazione ISE/ISEE rivolgersi ai CAF territoriali

Area di competenza

Affari Sociali

 

Modulo richiesta
Attachment format pdf
Download