Regione Piemonte

Ordinanza 498/2018 - Piano d’intervento operativo misure miglioramento qualità aria

Last update 21 December 2018

Nuova ordinanza n. 498/2018 (link) in vigore da Martedì 16 ottobre 2018 che sostituisce e annulla la precedente n. 494/2018

Schede riassuntive delle limitazioni e nuova area non transitabile link

Indicazioni blocchi temporanei (pubblicazioni lunedì e giovedì) link

Per contrastare l’inquinamento atmosferico e migliorare la qualità dell’aria, le Regioni Piemonte, Lombardia, Veneto ed Emilia-Romagna, hanno sottoscritto il 9 giugno 2017 un Accordo di programma con il Ministero dell’Ambiente, per l’adozione di un quadro condiviso delle principali misure di risanamento, da attuare in maniera congiunta e coordinata nell’ambito del Bacino Padano al fine di renderle maggiormente efficaci.

Nello stesso anno, 2017, la Regione Piemonte ha provveduto a dare attuazione agli impegni previsti nell’accordo di programma con le altre regioni del bacino padano e ha individuato i comuni interessati dai provvedimenti, e per i quali è necessaria l’emissione di apposita ordinanza.

La prima fase dell’attuazione dell’accordo di programma è stato avviato la scorsa stagione invernale (ottobre 2017 – marzo 2018) sperimentando le modalità individuate nelle direttive Regionali.

Nel corso del 2018 in sede di tavolo di coordinamento della qualità dell’aria, tra la Città Metropolitana e i 33 comuni della prima e seconda cintura, si è convenuto sulla necessità di adottare limitazioni omogenee e, in relazione ai significativi superamenti dei valori limite di qualità dell’aria, di attivare anche limitazioni più stringenti rispetto a quanto definito nel protocollo padano. In tale sede, tenendo anche in considerazione i pronunciamenti della Regione Piemonte  contenuti nella D.G.R. 57-7628 del 28/09/2018, è stato concordato uno schema complessivo delle limitazioni, approvato con decreto del vicesindaco metropolitano n. 474 – 25331/2018, avente ad oggetto “aggiornamento del piano d’intervento operativo contenente misure per il miglioramento della qualità dell’aria approvato con decreto del Vicesindaco metropolitano 411-22066 del 07/09/2018”, che propone anche una bozza di “ordinanza sindacale tipo” per l’applicazione delle misure di limitazione delle emissioni a partire dal 15 ottobre 2018. Successivamente con nota  della Città Metropolitana del 15 ottobre 2018 è pervenuta la comunicazione della Regione Piemonte, emessa nella stessa data, con l’indicazione di ulteriori modifiche allo schema dell’ordinanza proposto.

Il Comune di Chivasso ha adottato il suddetto “piano di intervento operativo” con ordinanza n. 498 del 16/10/2018, che modifica le misure già previste nelle ordinanze precedenti.

L’Ordinanza innanzitutto invita tutta la popolazione ad usare il meno possibile l’automobile per la mobilità urbana e a privilegiare l’uso del mezzo pubblico e di altri mezzi di trasporto a basso impatto ambientale.  Si invita inoltre a gestire gli impianti di riscaldamento degli edifici adibiti a civile abitazione in modo che la temperatura degli ambienti non superi i 20 °C, così come previsto dalla normativa vigente (D.P.R. 412/93 e D.P.R. 551/99) e a gestire gli impianti di riscaldamento degli altri edifici in modo da limitare al minimo indispensabile gli orari di accensione e la temperatura degli ambienti.

Nell’ordinanza sono previste alcune misure valide sull’intero territorio comunale, come il divieto di combustione all’aperto di materiale vegetale e l’obbligo dell’utilizzo di combustibile pellets con specifiche caratteristiche tecnico-qualitative.

Invece le limitazioni alla circolazione veicolare sono valide sul territorio comunale indicato nella planimetria allegata all’ordinanza, sostanzialmente coincidente con il centro cittadino, permettendo però l’accesso a tutti i principali parcheggi.

Ci sono limitazioni “strutturali”, ovvero permanenti, che, nel territorio individuato in planimetria impediscono la circolazione di tutti i vicoli Euro 0, e  limitano veicoli diesel per trasporto persone  Euro 1 e 2 dal lunedì al venerdì dalle 8:00 alle 19:00 di tutto l’anno, i vicoli Diesel Euro 3 sempre lunedì al venerdì dalle 8:00 alle 19:00 ma solo nel periodo 01/10-31/03; mentre per i veicoli merci le limitazioni sono dal lunedì al venerdì dalle 8:30 alle 14:00 e dalle 16:00 alle 19:00 per diesel Euro 1 e 2 e sempre con orario lunedì al venerdì dalle 8:30 alle 14:00 e dalle 16:00 alle 19:00 per gli Euro 3 nel periodo 01/10-31/03.

Ci sono poi limitazioni “emergenziali”, ovvero temporanee, che vengono attivate solo se i valori di qualità dell’aria superano i limiti di legge per 4 giorni consecutivi (livello arancio), per 10 giorni consecutivi (livello rosso) o per 20 giorni consecutivi (livello viola).

I rilievi vengono effettuati da ARPA Piemonte nelle centraline di riferimento della Regione Piemonte individuate dal piano d’intervento operativo (per Chivasso il riferimento è la centralina di Leinì) nelle mattinate di lunedì e giovedì e le eventuali misure emergenziali sono attive dal giorno successivo il rilievo fino al giorno di controllo successivo (validità limitazioni da martedì-giovedì e da venerdì-lunedì).

L’indicazione del livello di allerta (colore del livello) è comunicata sui seguenti siti internet:

- sulla home page del sito della Regione Piemonte http://www.regione.piemonte.it

- sul sito di ARPA Piemonte http://www.arpa.piemonte.gov.it/

- sul sito dell’accordo padano http://www.l15.regione.lombardia.it/#/protocollo-aria/map/list

- sul sito internet del comune di Chivasso: http://www.comune.chivasso.to.it/.(link)

Le misure “emergenziali” sono valide anche nei giorni festivi. Più la situazione rilevata è critica e più si cerca di limitare la circolazione dei veicoli diesel, in quanto è ormai noto che tale alimentazione è quella più inquinante.

I veicoli diesel Euro 4 sono bloccati (nella porzione di territorio individuato) in alcune fasce orarie con livello ARANCIO, i veicoli diesel Euro 5 immatricolati prima del 01/01/2013 con livello ROSSO (i veicoli commerciali Euro 5 con fasce orarie ridotte rispetto alle autovetture), mentre tutti gli altri veicoli diesel Euro 5 sono bloccati con livello VIOLA.

Si evidenzia che:

- ai veicoli utilizzati dagli ambulanti (non Euro 0) per lo svolgimento dei mercati è consentita la circolazione al fine di raggiungere o lasciare l’area mercatale nel caso in cui l’inizio o il termine del mercato sia ricompreso negli orari di applicazione delle limitazioni della presente ordinanza;

- ai residenti all’interno del territorio interessato dalla limitazione alla circolazione è consentito il transito all’interno dell’area per consentire l’accesso ed uscita dalla propria abitazione;

- ai titolari di attività commerciali presenti all’interno del territorio interessato dalla limitazione alla circolazione è consentito il transito all’interno dell’area stessa per lo svolgimento delle attività strettamente collegate all’esercizio del proprio lavoro.

Ordinanza n. 433/2014 ancora in vigore relativa alla combustione di residui vegetali provenienti da attività agricole.

Pubblicato il 16/10/18