Regione Piemonte

Legalità

Ultima modifica 13 ottobre 2017

Da gennaio 2011 il Comune di Chivasso assolve il ruolo di stimolo, di coordinamento e di sostegno all'azione di contrasto alla criminalità.

Oltre ad aver aderito all’Associazione Avviso Pubblico - Enti Locali e Regioni per la formazione civile contro le mafie, ad aver adottato la “Carta di Pisa” e successivamente la “Carta di Avviso Pubblico”, ad aver recepito ed attuato il decalogo sulla Legalità “L10”, elaborato dall’Associazione “Libera” per contrastare il radicamento mafioso sul territorio, ha anche sostenuto numerose attività concrete.

Promuove la formazione del personale interno e degli insegnanti delle scuole di ogni ordine e grado, ha istituito la “Libera Università per la Legalità” e annualmente ne organizza i corsi e le attività, ha promosso il “Festival della Legalità” che è giunto con successo alla quarta edizione. Grazie alla collaborazione dell’Università di Torino – Facoltà di Sociologia ha condotto una ricerca sulla criminalità organizzata a Chivasso.

Nel 2014 ha presentato, insieme ad altri quattro comuni del territorio, una proposta di Legge Regionale per la prevenzione e il contrasto alla diffusione del gioco d'azzardo patologico.

Ogni anno il nostro Comune è anche punto di convergenza di tutti i comuni limitrofi per ricordare le vittime di mafia con una manifestazione che si tiene il 21 marzo a cui partecipano gli studenti delle scuole di ogni ordine e grado.

L’attività con le istituzioni scolastiche è stata sviluppata e sono stati finanziati progetti di educazione alla Legalità per tutti le fasce di età: dai bimbi di cinque anni, agli studenti delle Scuole Secondarie di Secondo Grado.

Ufficio di competenza

Ufficio Istruzione

Responsabile 
Maria Sirna

Referente 
Daniela Capriolo