Gemellaggi e cittadinanze onorarie

Last update 18 March 2021

Gemellaggi con le seguenti città:

  • Ventotene - delibera di Consiglio Comunale n. 46 del 3/11/2014
    Nel corso delle celebrazioni per il 71° anniversario della “Dichiarazione dei Rappresentanti delle Popolazioni Alpine” o “Carta di Chivasso” del 19 dicembre 2014 è stata celebrata la cerimonia di gemellaggio tra il Comune di Chivasso e quello di Ventotene.
    A unire i due comuni così distanti geograficamente, sono i valori contenuti nei documenti che proprio hanno preso forma ispirando i fondamenti per alimentare il sentimento di un’unione europea: “La carta di Chivasso” e il “Manifesto di Ventotene”.

 

  • Bethleém di Palestinadelibera di Consiglio Comunale n. 32 del 12/06/2016
    Il sindaco Libero Ciuffreda e il sindaco di Bethleem, Vera Banboun, in visita ufficiale nella nostra città il 12 giugno 2016, hanno sancito formalmente con un atto civile il gemellaggio che dal 3 marzo 1966 unisce la comunità parrocchiale della frazione Betlemme di Chivasso con la Parrocchia di Santa Caterina a Bethlehem in Palestina.

 

  • Przemysl (Polonia) - delibera di Consiglio Comunale n.18 del 27/02/2017
    In occasione della Festa nazionale dell’indipendenza della Polonia celebrata il 19 novembre 2017, è stato sancito il gemellaggio tra le città di Chivasso e di Przemysl.
    Il gemellaggio ricorda il legame storico tra la nostra città e il popolo polacco, in particolare a agli eventi della prima guerra mondiale, quando migliaia di soldati polacchi, costretti ad essere inquadrati nei ranghi dell’esercito austro-ungarico, furono presi prigionieri degli Italiani per poi essere liberati e alla fine del 1918, mandati alla Mandria di Chivasso.
    I più provati morirono e riposano presso il cimitero di Mandria e analogamente presso la Città di Przemysl, cittadina situata nel sud della Polonia, riposano numerosi soldati italiani, morti nei campi di prigionia durante il primo e il secondo conflitto mondiale.

Cittadinanze onorarie conferite alle segueni personalità:

  • Arma dei Carabinieri e Maggiore Dario Ferrara. A seguito della Delibera del Consiglio Comunale n. 28 del 10/07/2018, la città di Chivasso il 10 giugno 2019 con una cerimonia pubblica ha consegnato la Cittadinanza Onoraria all’Arma dei Carabinieri e al maggiore dei Carabinieri Dario Ferrara in segno di riconoscenza “Per aver, con le proprie indagini, la propria professionalità e abnegazione, portato alla luce ed estirpato dal nostro territorio un’organizzazione criminale di stampo mafioso. Per l’alto senso del dovere e della fedeltà dimostrati a favore dello Stato e delle sue istituzioni e per la costante presenza e sostegno al fianco degli Enti Locali per il rispetto della legalità e delle regole della civile convivenza. Per il contributo e gli interventi di prevenzione, repressione e controllo del territorio e per la sicurezza garantita ai cittadini della Comunità di Chivasso”.

 

  • Liliana Segre. Durante la seduta del Consiglio comunale di lunedì 30 Novembre 2020, il Consiglio Comunale della Città di Chivasso, con propria Deliberazione nr. 30/2020, ha conferito la cittadinanza onoraria alla Senatrice Liliana Segre.Il conferimento arriva a seguito dell’approvazione della deliberazione del Consiglio Comunale n.47, del 25 Novembre 2019, in cui l’Amministrazione ha espresso ferma condanna per gli insulti a sfondo antisemita e razzista rivolti alla Senatrice. Un gesto simbolico, ma doveroso, per esprimere vicinanza, solidarietà, affetto e stima nei confronti di una persona che, con tenacia, signorilità e garbo ha continuato il suo impegno volto a testimoniare l’orrore dell’Olocausto.
    Messaggio della Senatrice Liliana Segre letto durante il Consiglio c.le del 30 novembre 2020